Borgo Cjastelut: il Parco da abitare

BORGO CJASTELUT

Criteri progettuali


Il progetto si propone di costruire una nuova relazione tra il centro storico di Orgnano e il Parco Cjastelut, attraverso la sua estensione e ricollocazione paesaggistica all’interno di un ampio parco pubblico di 50.000 mq. La connessione al centro storico del paese, localizzato verso Ovest rispetto all’ambito di intervento, avviene per mezzo di un asse verde che si insinua tra i due spazi destinati alle nuove residenze, preservando la visuale verso il parco del Cjastelut dal paese. Una nuova viabilità alternativa alla Via Montenero e alla Via del Fante permetterà di bypassare l’abitato storico salvaguardandolo e consentendo la valorizzazione della sua percezione dal parco.

Oltre a questi obiettivi di carattere urbanistico complessivo è possibile spingere gli interventi del Parco da abitare verso una qualità insediativa e paesaggistica ancora maggiore se si immagina, non solo di collegare parco e centro storico attraversando le due “foglie” edificabili con una connessione verde, ma di realizzare un unico grande parco, alla configurazione del quale contribuiscano tutti gli spazi: privati, condominiali o collettivi, stradali aperti a uso pubblico.


Accessibilità agli ambienti
residenziali e al parco pubblico


Il sistema della mobilità e accessibilità evidenzia il ruolo prevalentemente pedonale e ciclabile di tutte le strade di connessione tra le parti abitate (centro storico e nuovo insediamento) e il parco.



Rapporti con gli spazi urbani



Riservatezza e sicurezza


Pur essendo integrate al parco, le nuove aree residenziali sono organizzate intorno a un proprio spazio collettivo di connessione e accesso alle aree private.
Una recinzione forte e di leggera percezione cinge i due ambiti residenziali, per garantire un ottimo livello di sicurezza passiva al Borgo Cjastelut. Un ingresso protetto con la chiusura dell’ambito privato ai non residenti, consente un controllo della privacy. Lo spazio abitativo risulta via via filtrato anche a livello acustico e climatico, garantendo un ottimo comfort ambientale.


Condizioni dell’abitare il parco


La morfologia dei lotti si fonda su un insieme di principi:
- negare le geometrie ortogonali;
- far perdere la percezione delle recinzioni come muri;
- usare il verde come mezzo di connessione degli spazi: delimitazione e paesaggio comune;
- disegnare il tracciato dei percorsi di connessione non lineari per una continua variazione di prospettiva percepita;
- disegnare la viabilità di distribuzione principale tenendola il più possibile lontana e nascosta dalle nuove residenze.


Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata

Albert Einstein